Se il rimpianto è sexy

Spesso mi sono trovata a dire quanto possa essere veicolo di sensualità, e di molto altro, una voce: l’eros, per quanto mi riguarda, ha di sicuro a che fare con le corde vocali. Prediligo i timbri bassi, cupi, dolenti, che mi ricordano il velluto nero e la carta vetrata, il fumo e la dannazione del vivere. Leonard Cohen, ad esempio, la perfezione. Bruce Springsteen, e quel suo ruggito inconfondibile. Bono, il quale possiede quella che io definisco “voce da letto” e non parlo di sonno, ovviamente. Ho dedicato uno di questi miei articoli a Luca Andriolo, dei Dead Cat in a Bag, e alla sua meravigliosa voce da paradiso (carnale) e da inferno (per i testi sofferti che interpreta). Oggi, voglio dedicare questo articolo a Gianmarco Busetto, attore, autore e regista teatrale, che mi ha rapita dal primo istante di ascolto durante un reading e ho poi continuato a seguire, sedotta e ipnotizzata dalla sua splendida voce graffiata, morbida e dura, sensuale e densa di rimpianto, come nel brano, da lui scritto e interpretato, che vi consiglio di ascoltare qui sotto, preferibilmente in cuffia. “Prima di tutto dopo di te” colpisce forte. E il contraccolpo non abbandona. Busetto trascina, giacché ognuno nel proprio vissuto conserva qualcosa che cerca di riemergere, e la colonna sonora strugge mentre lui scava nell’anima con rabbia d’amore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...