La sensualità del bianco

Quella che i più definiscono: “bella stagione”, per me di bello ha davvero poco. Non amo il caldo, l’afa, il sudore, le zanzare, i cibi freddi. La mia pelle è chiarissima e ne ho da sempre molta cura, consapevole del fatto che un dono di natura vada il più possibile preservato, sicché non tengo per nulla ad abbronzarmi, anzi, spicco per la carnagione candida che mi contraddistingue. So che molte persone attendono la calura per avere un pretesto che consenta di denudarsi, e democraticamente rispetto le opinioni e i gusti di chiunque, ma per quanto riguarda me, come quasi sempre controcorrente, apprezzo i segni del costume. Sì, nell’altrui abbronzatura sono proprio quelle aree di pelle bianca a contrastare con il colorito che tanto rende fieri gli appassionati della tintarella selvaggia ad accendermi. Ciò che rende sexy ai miei occhi  la questione, è il fatto di essere ammessi a vedere ciò che normalmente non è visibile: quel costume bianco disegnato sulla pelle scura è una visione ad appannaggio di qualche eletto, non un’ostentazione consegnata alla massa e dunque scevra di risvolti erotici. Inoltre, chi si spoglia conserva in chi guarda l’illusione di uno svestirsi che non abbia fine: un costume sotto un altro costume. Quanto di più sensuale, insomma. segniNon a caso esiste una forma di feticismo che riguardante proprio la carica erotica sprigionata dai segni del costume…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...