Tra desiderio e assenza

Costretta da inevitabili filtri semantici inadeguati a esprimere un sentire, invano cerco parole non parlate.

E l’assenza ha sapore d’assenzio, intrecciata a un desiderio inestinguibile: amarezza mitigata da istanti di anestetizzante carnalità in un antro segreto sottratto a ciò che è altro da noi.

Sudati e ansimanti in un letto al di là del tempo, fusi nel corpo dell’altro, siamo tornati al mondo scambiandoci l’anima.

lettodisfatto79_1

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...